Intervista a Marco Cartoni

Il fitness è il suo mondo e ogni settimana cura una sua rubrica sul settimanale nazionale “In Famiglia”. Parliamo del personal trainer Marco Cartoni!

 

Come ti sei avvicinato al mondo del fitness?

-“Quando giocavo a basket, cercavo di imitare le star del Basket americano NBA di cui ammiravo anche la loro struttura fisica degna di una statua greca. Ciò mi diede l’ispirazione a cercare di migliorare sempre la mia condizione fisica oltre alle capacità condizionali come forza, resistenza ecc.”

 

Che consiglio daresti a chi si iscrive per la prima volta in palestra?

-“Consiglierei di affidarsi ad una persona cognita in materia e non solo dotata di buon fisico o che si vende solo bene a livello di marketing. Il percorso non sarà breve ma fatto di insidie e solo con molta tenacia e pazienza si potranno raggiungere gli obiettivi prefissati.”

Se potessi tornare indietro, faresti qualcosa di diverso a livello professionale e di formazione della tua vita?

-“Sicuramente per dirla all’americana, il mio più grande regret riguarda la possibilità di svolgere l’ultimo anno di liceo negli States che invece non presi in considerazione. Sono convinto che non sarei più tornato indietro e che lo stesso lavoro di oggi (di cui sono pienamente soddisfatto) lo avrei potuto svolgere tranquillamente nella patria del fitness.” 

Secondo te, quali sono gli aspetti che meno funzionano e che andrebbero cambiati nell’attuale ambiente e sistema fitness in Italia?

-“Cambierei sicuramente tutto l’ambiente che si è creato nelle competizioni di gare di #fitness ecc. dove purtroppo gira molto doping andando a trasformare una passione ed uno stile di vita in un ossessiva ricerca della perfezione utilizzando ogni mezzo lesivo per la salute.”

Hai un’aforisma o un pensiero che rappresenti la tua filosofia di vita professionale che vorresti condividere con noi?

-“Il motto che sicuramente più mi rappresenta é espresso nella frase americana “above and beyond” ossia che si può andare oltre ed ancor di più oltre i propri limiti in vista di un obiettivo a patto che ci si metta tutta la dedizione e disciplina per farlo.”

Photo credits: Damiano Conchieri

Condividi :

About The Author

Radio Smeraldo