Bellezza stellare con Federico Fashion Style

Passeggiando per le vie del centro di Roma nei pressi di Piazza di Spagna ci siamo fermati per una sosta di bellezza nel salone di Federico Fashion Style impegnatissimo tra extension, colori, tagli e così nell’attesa ne abbiamo approfittato per scambiare una piacevole chiacchierata con Luana Di Silvio che si occupa della parte dedicata all’estetica in particolare del trucco semi-permanente.

Essendo già estetista sempre affascinata alla cura del viso da più di 2 anni è specializzata nel settore. Innanzitutto ci ha spiegato che c’è differenza tra un tatuaggio sul corpo e uno sul viso a partire dal macchinario e dai pigmenti che per il viso sono più piccoli e studiati per essere assorbiti e non avere un viraggio.

 

Luana, come si svolge una seduta di trucco semi-permanente?

-“Innanzitutto mi incontro con la cliente per una consulenza per capire cosa si aspetta per poi porle tutte le domande che servono nel caso perché ci sono dei criteri che vanno rispettati quindi vado a compilare un consenso informato. Si fissa poi un appuntamento, faccio un disegno da mostrare alla cliente per darle un’idea del risultato, per dare la forma giusta analizzo i tratti del viso per dare quel valore aggiunto allo sguardo ma sempre rimanendo sul naturale e poi…inizia le seduta vera e proprio!”

Infine ci ha raccomandato di rivolgerci sempre a persone competenti nel settore che operano nel massimo delle norme igieniche, chiedere foto di lavoro e soprattutto capire i prodotti che vanno ad usare.

 

Federico, com’è iniziato il tuo percorso di parrucchiere, quando hai capito che volevi fare questo mestiere?
 
-“Il percorso da parrucchiere l’ho iniziato sin da piccolino non ho mai fatto una scuola. Sono andato da un parrucchiere ho fatto la prova e dal secondo giorno mi ha messo subito in regola, avevo 12 anni…proprio dalle fasce!”
 
 
 
Perché i tuoi clienti si fidano ed affidano a te?
 
-“Dicono che trasmetto sicurezza e si sentono tranquilli con me.”
 
 
 
Come riesci a capire come un look sta bene a un cliente?
 
-“Sicuramente prima di decidere un look bisogna essere preparati a tal punto da sapere consigliare una persona. C’è uno studio e un percorso da fare per arrivare a sapere consigliare una persona sul suo look.”
 
 
 
Com’è cambiata o meglio si è evoluta la figura dell’hairstylist?
 
-“Oggi non c’è più la figura del parrucchiere come una volta che mette i bigodini, è più un discorso di consulenza di immagine una cosa che io faccio già da tempo infatti nel salone di Anzio all’interno vendo anche abbigliamento. È un total look a 360 gradi parte dal vestiario ai capelli, per concludere il quadro di una donna.”
 
 
 
Questo è un settore dove ci sono molti professionisti chi più bravo chi meno, come si riconosce un buon parrucchiere?
 
-“Secondo me non si smette mai di imparare, tutti siamo bravi infatti non giudico mai i miei colleghi, sono bravi quanto me e viceversa. Si capisce anche un po’ dal successo che sono le nostre clienti che ci danno la possibilità di andare avanti,aprire altri saloni e di mangiare perché grazie a loro possiamo toglierci tante soddisfazioni della vita.”
 
 
 
Come si riconosce una bella capigliatura?
 
-“Quando anche camminando per strada si vede una chioma fluente che si muove libera…un po’ quell’effetto alla Brigitte Bardot.”
 
 
Il tuo salone è frequentato da molti personaggi dello spettacolo, come è l’approccio tra cliente” normale” e “famoso”?
 
-“Una persona deve essere tranquilla e quindi è bene metterli a proprio agio entrambi e farli interagire insieme perché nessuno è meglio di un altro.
Sicuramente ti fa effetto vedere Valeria Marini dal parrucchiere perché tutti la vedono in televisione e magari te la ritrovi nella toeletta vicino a te, devi essere bravo tu a non creare una situazione di disagio. L’unica cosa che sta succedendo spesso, che è una cosa bella, in un salone di questa importanza al centro di Roma vedere tutti i giorni i fotografi fuori dal negozio non è facile da gestire magari una è con la tinta in testa ma lo sa che non vengono chiamati da noi, non è facile da gestire ma ci stiamo attrezzando per questo…magari metteremo un separè!”
 
 
 
Cogliamo l’occasione per ringraziare Federico e il suo staff per averci dedicato del tempo. A presto e buon lavoro!
Condividi :

About The Author

Radio Smeraldo

No Comments

Leave a Reply